Lo studio di fattibilità Riabitare Alicia intende considerare Salemi come laboratorio di rigenerazione urbana a cielo aperto, luogo di confronto, dialogo, studio e sperimentazione di progettualità innovative. Il progetto in questione rappresenta dunque un’occasione fondamentale per coniugare ricerca e azione, per testare in modo innovativo alcune azioni proprie del research by design, svolgendo un’operazione di lettura critica della realtà attraverso tre momenti che si incrociano: ricerca, didattica, progettazione inclusiva. L’intento principe del progetto risiede, infatti, nel tentativo di coniugare para-processi e azioni minute con la costruzione di scenari di più ampio respiro. Questo si rispecchia sia nelle differenti competenze e discipline messe in campo, sia nella sua capacità di tenere assieme scale di lettura e azione molto diverse. Infatti, se da un lato la problematizzazione di alcune questioni a scala micro-regionale contribuisce alla costruzione di differenti scenari di trasformazione per la città tra loro differenti ma complementari, dall’altro si arriva a proporre una serie di linee guida alla scala urbana e architettonica, con il preciso intento di ragionare sugli strumenti che regolano il progetto stesso. 

Inquadramento Belice_Tavola disegno 1.jpg
Schermata 2021-08-30 alle 17.49_edited.jpg